Rubriche
Inserisci sottotitolo qui

                !!!! SOPRALLUOGHI ABITAZIONI !!!!

Causa nuovo sisma, le domande per i sopralluoghi alle proprie abitazioni devono essere rifatte. Per chi si trova a Leonessa, può ritirare il nuovo modulo presso il punto informativo fuori Porta Spoletina, oppure scaricando il modulo tramite il sito internet di Leonessa, www.comunedileonessa.eu, sulla sinistra della pagina sotto la scritta atti amministrativi, alla voce Danni Terremoto.

IL RACCONTO DI UNA FESTA INSOLITA

Quella che vi racconto , ad un mese di tempo, è un'insolita festa di Vindoli, l'ultima trascorsa, che partita nel più tranquillo e consueto dei modi, improvvisamente ha cambiato programma divenendo la più singolare degli ultimi anni. Fino al 24 tutti sapete. Sapete come doveva partire la festa e in molti avevano già lo zaino per Tolentino pronto: mancava solo l'acqua da riempire al passaggio alla fontanella. Il primo cambio di programma, quello deciso di comune accordo la mattina alle 6, il più spontaneo e repentino di tutti, non credo abbia sorpreso molti. Il peggio è arrivato dopo, quando ritrovata un pò di calma si è dovuto fare una riunione per disdire gli appuntamenti e annullare i vari ordini di materiale . Tutti hanno compreso le motivazioni anzi quasi anticipato la risposta e siamo riusciti a recuperare gran parte dell'impegno economico previsto. Il clima mesto generato dai fatti del vicinissimo sisma e amplificato da un paese stranamente silenzioso per il periodo estivo ci hanno accompagnato per tutto il tempo. Non mi era mai capitato di vedere la bandiera dei caduti a mezz'asta durante le festa.

L'idea di ri-organizzare la salita a Tolentino per il sabato è stata raccolta con entusiasmo da molti , bambini per primi. Don Giovanni convinto dall'insistenza di tutti non si è tirato indietro ed è salito per la sua prima volta a Tolentino. Tempo bello, giornata piacevole come del resto tutte le cose inaspettate e organizzate al momento. Dopo la messa, grazie al supporto dei motociclisti Alessio Dario e Tommaso che hanno portato acqua e viveri, la festa è proseguita al rifugio.

Non ha subito variazioni il programma religioso con la Via Crucis venerdì sera e la Messa della domenica che è stata celebrata all'aperto secondo le disposizioni della curia che vieta l'accesso alle chiese fino alle verifiche di stabilità. Il pomeriggio Anna Carolina e Cecilia sono riuscite in fretta e furia ad organizzare qualche ora di svago per ragazzi e bambini in perfetto stile, con giochi e gare che alla fine hanno coinvolto tutti: splendida idea per risollevare lo spirito un po' sotto il livello solito di questa giornata. La sera, la festa religiosa è culminata con la processione eucaristica e la benedizione solenne, illuminate dalla fiaccolata ma quest'anno non accompagnata dai colpi scuri di sempre.

Credo che ricorderemo tutti per lungo tempo questa strana edizione: qualcuno per averla passata in una Vindoli vuota e silenziosa, qualcuno per averla passata, suo malgrado, in una altrettanto vuota e silenziosa città. Ma ricorderemo soprattutto i fatti tragici a cui essa si lega e che ne hanno naturalmente condizionato il ritmo. Auguri ai neo festaroli Alessandro Cricchi, Marco La Bella e Antonio Pasquali. A loro, insieme al gruppo ProVindoli, il compito di organizzare la festa 2017.